Pubblicato da: Pattyrose | 16/09/2010

LA DEA DELLE FATE

 

La dea delle fate

 

Testimone il cielo intarsiato
ricamato dal vento speziato
aromi pungono le vene
sangue rosso ambrato.

Volano silenti afflati d’amore
turbinìo dei sensi prospicienti
verso un’unica meta sospesa
cielo e terra intima sorpresa.

S’aprono sugelli incantati
favole dormienti assolati tormenti
divini percorsi voli di farfalle.

Come strugge e lacrima la stella
polare oltre le nuvole apostrofate
è la nascita della dea delle fate.

 

 

 

  

  

  

Annunci
Pubblicato da: Pattyrose | 09/09/2010

I colori dell’anima

I colori dell’anima

Schizzare i vostri cieli
di mille colori lucenti,
apostrofare versi
come ninne-nanne
accomodanti perchè
i sentimenti scivolino
delicatamente…
Senza far danni.
Ninnoli come sogni
d’apparente naturalezza
far uscire fuori
tutta la bellezza
d’anime senza volto.
Coinvolte consapevolmente
nel vortice della poesia.
Vorrei sorprendere
spogliando l’anima
dai veli inconsueti
per mettere a nudo
un’elica che gira
vorticosamente
dando un senso
naturale ai sentimenti
che sono per tutti
i più importanti.
Nulla conta più
dell’esser amati
per ciò che si è.

 

Pattyrose

Tutti i diritti riservati

Pubblicato da: Pattyrose | 23/08/2010

Desiderio

 
DESIDERIO
 
 
Cliccare per leggere
 
 
 
 

Vi abbraccio tutti, le vacanze volgono al termine

tra pochi giorni riprenderò a pubblicare le mie poesie

sul blog!

 

A PRESTO!

 

PATTYROSE

Pubblicato da: Pattyrose | 04/08/2010

Buone vacanze!

BUONE VACANZE A TUTTI!!!

 

Pubblicato da: Pattyrose | 25/07/2010

Tra i capelli sfiorati dal vento

 

TRA I CAPELLI SFIORATI DAL VENTO

Le pareti s’animano
le ombre sembrano danzare,
un palpitìo più forte
irrompe nel silenzio.
Al tatto cerchi
con avido desiderio
ciò che brami,
ormai da tempo.
E’ solo sogno
o illusione,
sbircia la luna…
Tra i capelli sfiorati dal vento.

Pattyrose

Tutti i diritti riservati

Inedita Luglio 2010

Pubblicato da: Pattyrose | 24/06/2010

Rapita dalla poesia

Rapita dalla poesia

M’hai rapita

da anni nascosta

nei meandri dell’anima,

tra le pieghe del cuore.

M’hai rapita

era di settembre

accovacciata nei pensieri

dolorose sensazioni.

Un antro di doloroso sgomento

e poi… Il tuo vento,

solleticando gote bagnate

m’ha preso e portato in alto.

Finalmente ho capito

non c’era bisogno d’altro.

Un uragano di sensazioni

crescenti e palpitanti

solo emozioni naviganti.

M’hai rapita e te ne sono grata

forse davvero m’hai salvato la vita.

E non importa se sacrificio

costo’ una bella aurora,

ne sono nate altre

e altre ancora,

tutto ciò che mi circonda

ora ha un’altra aura.

 

Pattyrose

Copyright ©2010 Patrizia Portoghese – TUTTI I DIRITTI RISERVATI ALL RIGHTS RESERVED TOUS LES DROITS RESERVES I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi.

 

Un caro e affettuoso saluto a tutti voi che passerete di qui…

La Vostra sempre amica

Pattyrose

 

 

Pubblicato da: Pattyrose | 10/06/2010

Saggio critico su Patrizia Portoghese

 

Ringrazio pubblicamente Alfredo Genovese per avere espresso il suo giudizio sulla mia poesia, in modo così nobile e  concreto.

Incitandomi a continuare in questo percorso.

Patrizia Portoghese Pattyrose

 

 

SAGGIO CRITICO dI ALFREDO GENOVESE

 

 Nell’affrontare l’autrice Patrizia Portoghese , ritengo di non indulgere ad un enciclopedismo dispersivo, convinto, così come sono, che la sua storia letteraria abbia tuttora un suo fine specifico: giungere ad un convincente giudizio su ogni opera di sua poesia che i lettori leggono e cercano di interpretare., così come ritengo ancora che ogni fenomeno letterario si precisa e si distingue nei suoi caratteri specifici e può essere pienamente inteso solo se viene riportato in quel contesto storico-letterario-sociale in cui è sorto.
Da qui nasce, attraverso la realizzazione di queste affinità, il profilo storico-critico dell’autrice Patrizia Portoghese.
Patrizia si nutrisce di sentimentalismo nel suo mare letterario e non ci si può sbagliare e il momento in cui vengono offerte immagini e situazioni in ogni sua lirica che con molta originalità e semplicità di verificazione, si accompagnano ad un uso corretto della forma lessicale.
Spesso si legge nella poesia di Patrizia un tono anche malinconico e, nell’esaltazione del canto pur melodico, fa prevalere la consapevolezza della vanità della vita, poesia che domina e gestisce un profondo fatalismo che non smorza però la sua volontà di ogni specifica circostanza.
Diventa regina quando caratterizza il suo stile con frequenti colorite metafore e dal susseguirsi di allitterazioni.
Tra le pagine più belle e significative della produzione Portoghese, frutto di un’arte semplice e insieme sublime , trova allogamento il testo “ VOLO D’ANGELO” che racchiude nel suo nucleo l’originalità nell’intimo della sua personalità religiosa che resta ineffabile e irriproducibile.
Altro superlativo merito poetico si individua ed è allorquando Patrizia riesce a stabilire che il tempo e lo sviluppo dei fatti siano abbreviati in uno scorcio efficace.
Il passo più bello in assoluto lo si legge nella sua poesia a carattere ancora religioso “ SPINE DI GHIACCIO” che definisce come essenziale il non rinvenimento di nessun elemento di opposizione, infatti non attacca altri, ma esalta le condizioni della Chiesa e la sua essenza spirituale.
“ EMOZIONI” rappresenta la naturale espressione poetica in quel suo mondo psicologico accentuando e rendendo personale quel suo mondo figurato ed astratto e che suggerisce non tanto di separare gli elementi intellettualistici quanto di osservare il loro concorso ad una atmosfera assorta e magica, in cui dibatte il dramma degli spiritelli e in cui si inserisce quell’elegia dolente che a poco a poco si dissolve in musica: “il presente giorno / lasciando inalterati/ ricordi tutt’intorno””
Questo saggio critico, non incerto nella valutazione, ha circoscritto gli accenti più vivi del suo inneggiare più prolifico: l’amore che Patrizia concepisce non come stupore estatico, ma anche come lontananza, memoria, rimpianto, solitudine;
riesce pertanto nella sua evocazione graziosa e galante in un raccoglimento elegiaco ricco di formule e stilemi.
Nella poesia “ NULLA ACCADE PER CASO” l’inizio e l’epilogo, assai felici foneticamente, rivelano una dipendenza che si nutre di accenti via via più risentiti, di più concrete determinazioni.
Il mesto accento elegiaco che pervade nei versi ne fa, a mio parere, una perla d’alta poesia.
Nel suo concreto, la maggior parte dell’attività produttiva di Patrizia, si identifica in un vertice di immagini e suoni che si integrano così intimamente in una armonica alternanza di toni, tali da rendere impossibile qualsiasi delimitazione fra il reale ed il fantastico, fra la passione amorosa ed il sentimento della  natura, fra il ricordo ed il sogno.
Per giungere alla chiusura devo ammettere che la novità e l’interesse dei componimenti poetici della Portoghese, sul piano critico, non possono farsi derivare in alcun modo dalla loro sostanza psicologica, cioè dai loro frequentissimi spunti di varia entità, i quali sono realmente gratuiti, non obbedendo ad alcuna realtà interiore o impulso delle memoria, ma semplicemente ad una indifferente scelta anteriore determinata dalle consuetudini correnti della poesia.
E come ogni altro esercizio letterario, come, cioè, ogni consapevole e graduale presa di possesso di nuovi mezzi espressivi, così anche queste poesie di Patrizia si sviluppano progressivamente, variando senza sosta e con sempre più sicura abilità, dai moduli schematici ed elementari.

Alfredo Genovese
Un socio fondatore di Gocce

 

Pubblicato da: Pattyrose | 01/06/2010

Bellezza cosmica

 
Bellezza cosmica
 
 
Splendida luna
ier sera tondeggiante
inquieta luce
nebulosa atmosfera.
Nel profilo l’attesa
d’uno strale
d’elfi saliti lassù
a contar stelle
a cantar armonie.
Si discosta apparente
leggeri sospiri
a far intuire,
bellezza cosmica
entro ali d’elevate
ancelle senza
schernire nubi novelle.
Pioggia d’argento
scende silente…
A coprire l’arcano sentimento.
 
Pattyrose
 
 

Copyright ©2010 Patrizia Portoghese – TUTTI I DIRITTI RISERVATI ALL RIGHTS RESERVED TOUS LES DROITS RESERVES I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi.

Pubblicato da: Pattyrose | 29/05/2010

ESPLODE IL CIELO

 

Esplode il cielo

Tra sacro e profano
tra piacere e dolore
solo tu illumini
la mia vita d’amore.
Dovunque sono io
sei tu e tu in me.
Tracce di noi
nell’infinito cielo
ed esplode in miriadi
di cristalli colorati,
Fiamme lambiscono
di luce il tuo viso
a cercarti in ogni dove.
Fiamma colore e luce
a dipingere il nostro amore.
Ed esplode il cielo…
Senza far rumore.

Pattyrose

Copyright ©2010 Patrizia Portoghese – TUTTI I DIRITTI RISERVATI ALL RIGHTS RESERVED TOUS LES DROITS RESERVES I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi.

Pubblicato da: Pattyrose | 26/05/2010

E’ sera

 
 
E’ sera
il sole già nascosto
dietro il mare.
S’accendono le luci
a colorare la notte.
Albatros migrano
verso mete sconosciute,
in fila e in silenzio
per non farsi sentire.
Il vento leggero
smuove la sabbia,
granelli misti
al mistero.
Di una notte stellata
dove il Gran Carro
riposa abbracciato
alla sua costellazione…
Ed io m’addormento
abbracciata a te.
 
Pattyrose
 

Copyright ©2010 Patrizia Portoghese – TUTTI I DIRITTI RISERVATI ALL RIGHTS RESERVED TOUS LES DROITS RESERVES I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi.

(¯`·.·´¯) (¯`·.·´¯)
*`·.¸(¯`·. ·´¯)¸.·´
¤ º° ¤` ·.¸.··¤ º° ¤

http://www.ilrovescioeditore.com/scheda_libro.asp?id=53… IL MIO LIBRO "SCRIVERE PER AMORE"

Older Posts »

Categorie